il dg Giancaspro ed il presidente Bruni

cercare amore online español MARTINSICURO – Il campionato di calcio a5 volge al termine e a 6 giornate dalla fine, il Martinsicuro Sport comanda la classifica di serie D, staccando di 6 lunghezze la seconda. Appare pertanto più che raggiungibile, il sogno della promozione diretta. Lo scorso anno è sfumato all’ultimo, quando i ragazzi di mister Marcantoni sono stati fermati nella finale play off, dopo aver disputato un ottimo campionato.

annunci donne massa carrara <<Salire in C2, sarebbe un risultato senza precedenti – sottolinea il dg Michele Giancaspro – non è mai successo infatti che a livello regionale, nelle Marche [il girone nel quale gioca il Martinsicuro Sport n.d.r.], una squadra centrasse la promozione al suo secondo anno di vita>>.

meet singles chat room <<Siamo molto ottimisti, la squadra è in forma ed il morale è alto. È importante ora mantenere alta la concentrazione anche in quelle partite che sulla carta appaiono più abbordabili. Certo, qualcosa può sempre andare storto, ma arrivati a questo punto, gettare al vento la promozione sarebbe un suicidio sportivo>> è il commento del presidente Giampaolo Bruni.

tours for singles over 50 australia Il Martinsicuro Sport fino a questo momento ha disputato un’ottima stagione. Dopo un avvio incerto, la squadra si è subito rimessa in carreggiata ed ha preso in mano le redini del campionato. Manca l’ultimo sforzo, per il quale giocatori e società chiedono il supporto dei tifosi. <<L’attenzione è un po’ diminuita. In queste ultime partite è leggermente calato il numero degli spettatori. Complici di questo andazzo, l’abitudine a vincere, che ha abbassato la tensione, ma anche il maltempo che non rendeva agevole seguire le partite>> affermano i dirigenti. Sono ancora 3 gli appuntamenti casalinghi che il Martinsicuro Sport deve affrontare e sarebbe importante che lo facesse in un palazzetto gremito.

migliori siti per incontrare gente La squadra va apprezzata e supportata non soltanto per i meriti sportivi, che anzi, da un certo punto di vista, sono solo il corollario di una bella realtà con un progetto importante. La società si è strutturata seguendo un modello di organizzazione atipico a questi livelli. Tutto è stato settorializzato e il lavoro ha seguito un’opera di programmazione dettagliata. La rosa è composta da 18 giocatori, lo staff tecnico e dirigenziale da 7 elementi. Tutto è fatto in modo che i giocatori debbano concentrarsi esclusivamente su allenamenti e partite. Chi li segue, fa in modo che tutto sia pronto ed agevole, sia per quanto riguarda le questioni burocratiche ed amministrative, sia per quanto concerne bisogni più materiali, come una borraccia piena o le attrezzature da allenamento sempre pronte ed impeccabili.

chat per singoli <<Siamo professionali, non professionisti>> dichiara ancora Giancaspro. <<La dirigenza non mette bocca sulle questioni tecniche. I buoni risultati ottenuti sono merito del mister, a cui va tutta la nostra riconoscenza>> afferma Bruni. Ma oltre all’allenatore, i due dirigenti vogliono esprimere la loro gratitudine anche a tutti i membri dello staff: Marco Varzè, Alfonso Scarpa, Alfredo Valente, Maurizio Curzi. Ma anche ad Eduardo Lini, detto “Dudù”, e Marco Micozzi, per il loro impegno con i ragazzi delle giovanili. Ringraziano infine tutti gli sponsor che hanno sostenuto la squadra.

kijiji incontri per adulti roma Uno degli obiettivi futuri fissati dalla dirigenza, riguarda lo sviluppo del settore giovanile. L’intenzione è creare scuole calcio per diverse fasce d’età. D’altronde la crescita dei giovani, a dispetto di sontuose campagne acquisti, è uno dei fiori all’occhiello della società. La squadra è composta in gran parte da ragazzi del posto col quale si sta portando avanti un progetto di crescita individuale e collettiva. Ed i risultati stanno iniziando a manifestarsi.

incontri piccanti torino Un rammarico invece, consiste nella perdita della squadra femminile. Purtroppo le ragazze dello scorso anno hanno incontrato alcune difficoltà d’organizzazione e non hanno trovato il modo di formare il team. <<Però quelle che volevano continuare non le abbiamo abbandonate – precisa il dg – anzi, le abbiamo accompagnate nella ricerca di altre squadre ed ora hanno trovato una nuova realtà, chi a calcio chi a calcio a 5>>.

bakeka roma incontro <<Se devo indicare una nota negativa- conclude in ultima analisi il presidente – dico la Coppa Italia. Ci siamo fermati ai quarti di finale e sarebbe stato bello giocare le final four. Anche perché l’impegno di Coppa è stato più che gravoso ed abbiamo disputato 10 partite. Fortunatamente però abbiamo una rosa ampia che permette di mantenere freschezza e lucidità>>.