capire le donne in amore Pesaro, ordigno bellico al largo di Marotta: brillamento compiuto con successo

incontrissimi chat per single FANO – Anche nel giorno festivo della Domenica sono proseguite le attività del nucleo SDAI della Marina Militare di Ancona e dei mezzi della Guardia Costiera di Pesaro, tutti in mare per il brillamento dell’ordigno.

sito incontro giovani christian chat rooms for singles uk 10:10 è stata l’ora “fatidica” per neutralizzare l’ordigno rilasciato il 9 scorso a circa 5 miglia dal litorale di Mondolfo, proprio nel punto centrale dello specchio acqueo interdetto con l’Ordinanza n. 15/2018 dell’Ufficio Circondariale Marittimo-Guardia Costiera di Fano.

sito di incontro italiano online ragazza cerca amore online Dopo tutte le verifiche del caso per il completo sgombero dell’area marina interdetta, e lo sparo della cariche di prova, è avvenuto con pieno successo il brillamento, che ha alzato la caratteristica fontana d’acqua di 20 metri circa.

foto annunci donne sito annunci italia E’ stato “un grande lavoro di squadra”: donna cerca anima gemella sito di incontro senza abbonamento xroom in primis lettera per un amore in chat il Nucleo SDAI della Marina Militare di Ancona che ha operato con grande precisione e consueta professionalità, sfidando la torbidità delle acque, e quindi, i mezzi nautici della Guardia Costiera di Ancona, Pesaro, Fano, Senigallia, che, sotto il coordinamento generale dell’intera attività della Prefettura di Pesaro ed Urbino, e quello operativo della Direzione Marittima Anconetana, sin dalla data di rilascio in mare dell’ordigno, per giorni e giorni si sono spesi in un puntuale pattugliamento marittimo sul limite della zona interdetta, garantendo preventivamente alle operazioni di brillamento e nel corso delle stesse la necessaria cornice di sicurezza.

annunci adulti benevento quotidiano donne nelle vicinanze La Guardia Costiera coglie l’occasione per tornare a raccomandare a tutti gli utilizzatori del litorale, e del mare in genere, di segnalare immediatamente, anche tramite il numero di emergenza 1530, eventuali ritrovamenti di ordigni o materiali similari anche se solo sospetti, adottando la conseguente massima prudenza, ovvero evitando ogni contatto con gli oggetti rinvenuti, pure se di ridotte dimensioni, e mantenendo la distanza di sicurezza.